Investì anziano per vendetta,condannato

Il gup di Palermo ha condannato a 10 anni e 8 mesi per omicidio preterintenzionale Cosimo Geloso, 25 anni. Per il giudice non è stato l'ennesimo caso di pirateria della strada quello che, il 16 maggio del 2015, ha causato la morte, a Palermo, di un anziano di 73 anni. L'incidente sarebbe scaturito dalla lite tra due nuclei familiari, così come ribadito dai pm Siro De Flammineis e Francesca Dessì che avevano chiesto la condanna a 30 anni per omicidio volontario. Per il giudice però Geloso voleva solo dare una lezione all'anziano. Le indagini hanno fatto emergere i contrasti fra la famiglia della vittima e quella di Geloso. In particolare - secondo la ricostruzione degli inquirenti - il pomeriggio del 15 maggio, Geloso avrebbe incontrato, nel quartiere Brancaccio, le nipoti della vittima, due ragazze di 17 e 18 anni, e le avrebbe insultate. Da lì una serie di vendette e controvendette che avrebbe portato all'omicidio.

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Palermo, oggi porte aperte e visite guidate a Palazzo Branciforte e Villa Zito
  2. Oltre mezzo milione di crocieristi sbarcati a Palermo nel 2016
  3. Palermo: maestre arrestate, oggi Faraone a Partinico
    Catania Oggi
  4. Fecondazione assistita, inchiesta sui 'viaggi della speranza' pagati dalla Regione Siciliana
    Palermo Repubblica
  5. Dagli uomini ai termovalorizzatori Sorpresa: Crocetta è un cuffariano
    Live Sicilia

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Palermo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...