Estorsioni: chiesto giudizio per 45

Chiesto a Palermo il rinvio a giudizio per 45 persone, tra cui presunti boss e gregari del mandamento di Porta Nuova, e per due imprenditori che hanno negato di pagare il pizzo. La richiesta arriva dai pm Caterina Malagoli, Francesca Mazzocco, Sergio Demontis, coordinati dall'aggiunto Leonardo Agueci. Rischiano il processo Teresa Marino, moglie di Tommaso Lo Presti, che avrebbe ricevuto il delicatissimo compito di aiutare economicamente le famiglie dei carcerati, e il presunto capo Paolo Calcagno, considerato il reggente del mandamento. Avrebbero favorito la mafia, secondo l'accusa, gli imprenditori Massimo Monti, titolare della società Kursaal che gestisce la sala Bingo di via Emerico Amari, e Maria Rosa Butera, titolare del "Lido Battaglia" di Isola delle Femmine. Sono una trentina le estorsioni - tentate e consumate - contestate agli indagati.

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Palermo, nasce femmina ma è maschio bimbo di due anni operato per cambiare sesso
    Palermo Repubblica
  2. Palermo fallisce il nono assalto della 'banda delle bionde'
    Palermo Repubblica
  3. Palermo: al mercato ittico il coworking della pesca
    Palermo Repubblica
  4. Dal 29 settembre all'1 ottobre, in scena al Teatro Libero 'Contrazioni'
    La Gazzetta Palermitana
  5. Rostagno, 28 anni fa l'omicidio Le iniziative per ricordarlo
    Live Sicilia

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Palermo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...