SCEGLI IL CINEMA
filtra per filtra per

Deepwater - Inferno sull'Oceano

  • Uscita:
  • Durata: 97min.
  • Regia: Peter Berg, J.C. Chandor
  • Cast: Mark Wahlberg, Dylan O'Brien, Kurt Russell, John Malkovich, Kate Hudson, Ethan Suplee, Gina Rodriguez, Douglas M. Griffin, Brad Leland, James DuMont, Joe Chrest, J.D. Evermore, Dave Maldonado, Garrett Hines, Stella Allen, Jason Pine, Jason Kirkpatrick, Henry Frost, Garrett Kruithof, Robert Walker Branchaud, Jeremy Sande, Jonathan Angel, Peter Berg, Juston Street, Anthony Centonze, Terry Milam, Michael A. Howell, Ronald Weaver, Deneen Tyler
  • Prodotto nel: 2016 da LORENZO DI BONAVENTURA, MARK VAHRADIAN, MARK WAHLBERG, STEPHEN LEVINSON, DAVID WOMARK PER DI BONAVENTURA PICTURES, LIONSGATE ENTERTAINMENT, PARTICIPANT MEDIA
  • Distribuito da: LEONE FILM GROUP IN COLLABORAZIONE CON MEDUSA
  • Tratto da: articolo "Deepwater Horizon's Final Hours" scritto da David Barstow, David Rohde e Stephanie Saul e pubblicato il 25/12/2010 sul New York Times
Vedi programmazione

Film non più disponibile nelle sale

TRAMA

Aprile 2010. Un incidente sulla piattaforma di estrazione petrolifera Deepwater Horizon, situata al largo del Golfo del Messico, provoca la morte e il ferimento di decine di lavoratori e la fuoriuscita di tonnellate di petrolio per oltre tre mesi. La "marea nera" sgorgata dalle profondità dell'oceano causerà uno dei più gravi disastri ambientali della Storia dell'umanità. Il film è la cronaca degli eventi e la storia dei 126 lavoratori che si trovavano a bordo della Deepwater Horizon quel giorno, sorpresi nelle più strazianti circostanze immaginabili. Uomini e donne altamente specializzati che riponevano in un faticoso turno le speranze di tornare dalle loro famiglie ed alle loro vite sulla terraferma. In un attimo, si sono trovati catapultati nel giorno più brutto della loro vita, spinti a trovare il coraggio per combattere contro un inarrestabile inferno di fuoco nel bel mezzo dell'oceano e, quando tutto sembrava perduto, cercare di salvarsi l'un l'altro.

Dalla critica

  • Cinematografo

    Il cinema degli effetti speciali e delle mirabolanti invenzioni visive stacca questa volta un biglietto di sola andata per l’inferno, e immerge la platea nelle fiamme del capitalismo e della retorica hollywoodiana. Il più grave disastro petrolifero della storia degli Stati Uniti diventa il pretesto per raccontare l’apocalisse, e Mark Wahlberg e compagni si trasformano nei nuovi supereroi del mare. Mentre il mondo attorno a loro brucia, la bandiera a stelle e strisce continua a sventolare. Ancora una volta assistiamo al grido di patriottismo USA, che gonfia il petto e non si vuole placare, anche quando servirebbe un po’ di sobrietà. Ma che cosa è successo sulla Deepwater Horizon? Nel 2010, la piattaforma petrolifera situata al largo della Louisana ha preso fuoco. Una devastante esplosione ha distrutto l’impianto, con 126 lavoratori a bordo. Nella finzione, Mark Wahlberg veste i panni di Mike Williams, il capo tecnico elettronico. Il suo compito è controllare il corretto funzionamento delle attrezzature, ma quel 20 aprile capita l’imprevedibile. La società ha 43 giorni di ritardo sulla tabella di marcia, e dei controlli “francamente se ne infischia”. La Deepwater Horizon si trasformerà in un rogo di lamiere. Peter Berg è un regista da finimondo che ama raccontare storie al limite. Col suo precedente Lone Survivor , ha narrato le gesta di un gruppo di Marines, impegnati in una missione suicida in un paesino dell’Afghanistan. Questa volta, abbandona i militari e si cimenta con l’esaltazione dell’uomo comune, che lotta per la patria & la famiglia. Il soldato si è messo al servizio del Paese e uccide per proteggere i cari rimasti a casa, mentre l’uomo che lavora in mezzo all’oceano combatte la sua guerra contro l’isolamento, e si sacrifica per il benessere comune. Entrambi sperano di tornare, entrambi sono raffigurati come martiri e guerrieri di un oggi pieno di insidie. Deepwater – Inferno sull’Oceano è un film d’azione votato al baracconesco, che al massimo può solleticare un pubblico di bocca buona. Non c’è molto su cui riflettere: i personaggi svolgono il loro compito senza coinvolgerci nella drammaticità delle loro vicende. L’attacco al capitalismo non va oltre le due battute, poi gli effetti speciali salgono in cattedra e tutto finisce in un gran carnevale. Mark Wahlberg si carica il film sulle spalle e si trasforma nell’eroe per caso: un padre di famiglia senza macchia e senza paura che vuole solo tornare a casa. La menzione d’onore va a Kurt Russel, un manager offshore che dopo venti minuti di doccia sopravvive alla prima esplosione sulla piattaforma. Ferito, dilaniato dai vetri e cieco da un occhio, compirà gesta sovrumane che farebbero impallidire anche il più forzuto dei supereroi. Provare per credere. Questo nuovo film di Peter Berg è una girandola di esplosioni che non rende onore ai caduti. Può vantare pirotecnici giochi visivi, ma si perde nella retorica più spicciola. La tragedia potrebbe parlare da sola, non ha bisogno di orpelli e clamorose giravolte della cinepresa. Ma ormai, quando l’aquila americana vola alta in cielo, la morte va in scena come il più fragoroso degli spettacoli.

VEDI TUTTE LE RECENSIONI

Cosa vuoi fare?

Idee per il tempo libero

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Altri film nei dintorni

Una vita da gatto

Una vita da gatto

  • Uscita:
  • Regia: Barry Sonnenfeld
  • Cast: Kevin Spacey, Jennifer Garner, Robbie Amell,...

Tom Brand è un miliardario di grande successo ma il suo stile di vita lo ha allontanato totalmente da sua moglie Lara e...

Scheda e recensioni
La festa prima delle feste

La festa prima delle feste

  • Uscita:
  • Regia: Will Speck, Josh Gordon
  • Cast: Jason Bateman, Olivia Munn, T.J. Miller, Jillian...

Carol, amministratore delegato di un'azienda, cerca di chiudere la filiale gestita dal fratello scapestrato Clay....

Scheda e recensioni

Nel frattempo, in altre città d'Italia...